contatti_header

Funivie e ambientalisti uniti per il futuro della Regina

VAL DI FASSA. Prima l’accordo per impedire l’eliski sulla vetta della Marmolada e ora un piano per il rilancio e lo sviluppo della Regina delle Dolomiti: ecco il nuovo atto dell’inedita (e sorprendente) collaborazione tra gli ambientalisti di Mountain Wildernes e gli impiantisti della società Marmolada srl. I contenuti di questo nuovo accordo saranno presenti da Mario Vascellari (presidente della società funiviaria) e da Luigi Casanova (portavoce di Mountain Wilderness) che in un comunicato unico hanno convocato una conferenza stampa a Pedavena (provincia di Belluno) presso la storica birreria. L’obiettivo – come recita il comunicato – è quello di illustrare il progetto per lo sviluppo futuro della Marmolada, ma anche dei principi per la tutela ambientale e paesaggistica dell’intero gruppo: «Le due parti – scrivono Vascellari e Casanova – convengono necessario aver superato, in reciproca fiducia, un ventennio di conflitti, per poter offrire, insieme, alla Marmolada e a quanti vivono nelle vallate, nuove prospettive per uno sviluppo basato sulla qualità, sul risparmio, sui principi della Convenzione delle Alpi e del recepimento dei contenuti che fanno le Dolomiti patrimonio naturale dell’Umanità». In attesa della presentazione il documento è stato sottoposto all’attenzione delle autorità venete e trentini che si occupano della Marmolada.